Ambiente di lavoro

Bisnode garantisce un posto di lavoro a pari opportunità, sicuro e stimolante

Ambiente di lavoro

I dipendenti sono la chiave del successo di Bisnode. Consideriamo le differenze tra le persone un patrimonio per la nostra azienda. Tutti i dipendenti di Bisnode devono essere trattati in modo corretto ed equo, indipendentemente dalle differenze tra individui come etnia, colore della pelle, religione, idee politiche, genere, età, orientamento sessuale o stato civile.

Condizioni di lavoro

Condizioni di lavoro

Per i dipendenti di Bisnode le condizioni di lavoro sono regolamentate da contratti di lavoro e da contratti collettivi. In Bisnode rispettiamo la libertà di associazione.

Ambiente di lavoro

Riguardo all’ambiente di lavoro Bisnode è impegnata a creare un posto di lavoro stimolante e che promuove la crescita personale e professionale di tutti i dipendenti. L’ambiente di lavoro comprende l’ambiente di lavoro sia fisico sia psicosociale. Salute e sicurezza sono parte integrante di tutto ciò che facciamo, con particolare attenzione per la prevenzione nell’ambiente di lavoro e per iniziative rivolte al benessere. Inoltre offriamo ai nostri dipendenti opportunità per migliorare la salute mediante indennità annuali che hanno per oggetto il benessere delle persone.

Ogni reparto di Bisnode definisce gli obiettivi di miglioramento dell’ambiente di lavoro secondo le specifiche attività. Questi obiettivi si coniugano con gli obiettivi generali e le linee programmatiche di Bisnode riguardo all’ambiente di lavoro. Bisnode valuta costantemente le iniziative aziendali in tema di ambiente di lavoro per consentire il continuo miglioramento delle condizioni di lavoro.

Anti-discriminazione

Anti-discriminazione

Bisnode opera attivamente per prevenire la discriminazione diretta e indiretta; non tolleriamo alcuna forma di vittimizzazione o di molestie, indipendentemente dagli antefatti. Bisnode applica salari e altre condizioni eque per uguale professionalità e uguale lavoro. Tutti i dipendenti hanno uguali diritti allo sviluppo delle proprie competenze.

Per contro i conflitti più comuni che si verificano in ogni posto di lavoro, la vittimizzazione o le molestie sono un fenomeno ricorrente. Spesso, per interrompere questa tendenza negativa, sono necessari interventi attivi.

Si definisce vittimizzazione una serie di azioni ricorrenti accondiscendenti o altrimenti caratterizzate da un trattamento negativo nei confronti di collaboratori/colleghi. Per esempio, il termine comprende bullismo e violenza fisica.

Si definiscono molestie un comportamento che viola la dignità della persona ed è connesso a discriminazione in base al genere, all’identità sessuale o a espressione, etnia, religione o altro credo, a disabilità funzionale, orientamento sessuale o all’età.

Diversità etnica

Bisnode incoraggia la diversità etnica. Nella fase di reclutamento si deve dichiarare espressamente che Bisnode accoglie candidati con esperienze e formazione svolte all’estero. Le credenziali e le esperienze devono essere valutate sempre in modo da garantire che i candidati con formazione estera non siano svantaggiati. Nel pianificare e nell’organizzare il lavoro occorre tenere presente e garantire che il lavoro non impedisca ad alcuno di praticare la propria religione, di recarsi nel paese d’origine o di celebrare festività civili o religiose.

Pari opportunità

In linea con la nostra politica basata sulla parità, dobbiamo andare verso un reclutamento neutrale dal punto di vista del genere e verso un maggiore equilibrio di genere in tutti i settori dell’organizzazione. I dipendenti di Bisnode devono godere sempre di pari condizioni di lavoro e di pari opportunità di sviluppo. Le pari opportunità devono valere per donne e uomini riguardo al fatto di coniugare l’attività professionale e la genitorialità con un atteggiamento positivo verso il compito di genitori e il lavoro part-time.