Articolo Dati intelligenti La trasformazione digitale

I dati aziendali aprono la strada al futuro

L’analisi dell’attività operativa riguardava la verifica dei risultati rispetto agli obiettivi prefissati. Ma l’attenzione si è spostata: oggi l’analisi si utilizza per prevedere il futuro.

Tutto ciò che facciamo in Internet genera dati. Ci sono infinite possibilità di conoscere i clienti e di capire veramente il loro comportamento e i loro bisogni. Se la sfida di ieri consisteva nel trovare le informazioni, oggi la sfida consiste nell’evitare di annegare nella mole di informazioni disponibili.

”Il primo passo consiste nel prendere il controllo dei dati di cui già si dispone e nell’identificare possibili vuoti di informazione, in base a quello che si intende ricavarne. Il secondo passo consiste nel migliorare l’utilizzo dei dati per creare valore cliente e vantaggi competitivi quali una maggiore efficienza di supporto e dei processi decisionali. Forse occorre osservare i dati in modo nuovo, definire un nuovo metro di misura e una diversa struttura dei dati,” afferma Nicke Rydgren, responsabile del gruppo assistenza di Bisnode, che assiste i clienti di Bisnode per sviluppare la loro gestione e l’analisi dei dati.

“Il pensiero analitico può servire non solo per dedurre che cosa è accaduto, ma anche per agire qui e subito nonché per prevedere il futuro. In fin dei conti si tratta di ottimizzare il modo in cui utilizziamo le nostre risorse a breve e a lungo termine.”

“Il pensiero analitico può servire non solo per dedurre che cosa è accaduto, ma anche per agire qui e subito nonché per prevedere il futuro. In fin dei conti si tratta di ottimizzare il modo in cui utilizziamo le nostre risorse a breve e a lungo termine.”

Nicke Rydgren, responsabile del gruppo assistenza di Bisnode

woman man working

L’analisi dei dati nell’attività quotidiana

Nicke Rydgren individua una tendenza ben precisa nel modo in cui le aziende utilizzano i dati. “In precedenza l’analisi dei dati era più che altro una fase ciclica. Ora un numero sempre maggiore di aziende vede il potenziale dell’analisi basata sui dati nell’attività quotidiana. Il pensiero analitico può servire non solo per dedurre che cosa è accaduto, ma anche per agire qui e subito nonché per prevedere il futuro. In fin dei conti si tratta di ottimizzare il modo in cui utilizziamo le nostre risorse a breve e a lungo termine.”

Gli analisti di Spotify sono consulenti interni

Un’azienda che utilizza ampiamente i propri dati per decisioni intelligenti è Spotify. Ogni brano in streaming genera dati su dove, quando e come il soggetto ha ascoltato la canzone. Ogni minuto vengono registrati milioni di righe. Gli analisti di Spotify sono responsabili dell’analisi dei relativi dati e della loro presentazione in una panoramica semplificata.

“Noi analisti siamo come dei consulenti interni per l’intera azienda, dalla progettazione e alla tecnica al marketing. I nostri colleghi non vogliono annegare in un mare di informazioni. Quello di cui hanno bisogno è la presentazione delle nostre conclusioni che funge da base per il loro quotidiano processo decisionale,” afferma Fredrik Johansson, Responsabile Analisi Statistiche di Marketing in Spotify.