Articolo Marketing pilotato dei dati

Sfruttare al massimo i canali di vendita dell’azienda seguendo il percorso del cliente

Le aziende hanno più canali di vendita di quanto non si creda. Sfruttando al massimo l’esperienza in tutti i canali in cui il cliente incontra l’azienda, si fanno più affari e si consolida la fedeltà del cliente. Ecco alcuni suggerimenti per sfruttare al meglio i canali di vendita digitali e fisici.

  • Utilizzare le fatture per ‘corteggiare’ il cliente. Certo la fattura deve contenere determinate informazioni, ma si può renderla un po’ più personale. Si può aggiungere un saluto, un buono sconto o inviarla in una busta un po’ diversa, solo per citare qualche esempio. Aggiungere un tocco personale è un modo per consolidare il marchio e offrire un’esperienza positiva al cliente. Tenere presente un tocco di questo genere per la relazione annuale e per altre “voci indispensabili”.       
  • Lasciare che il servizio clienti spinga la campagna. Il servizio clienti è una delle più importanti funzioni di cui un’azienda dispone. Offre l’occasione per superare le aspettative dei clienti e per aumentare le vendite aggiuntive parlando di campagne in corso con chiunque interpelli il servizio. Il servizio clienti va considerato un canale di vendita – può produrre risultati sorprendenti.
  • Consolidare il marchio su Pinterest. Non occorre sempre collegare le accattivanti immagini del prodotto nei canali dei social media direttamente alla pagina degli acquisti. Il cliente vuol sapere che altri vi considerano una valida azienda, e questo lo fanno i social media. Se un blogger ha fatto un’ottima rassegna, basta collegarcisi per fornire sui social la prova che il cliente aspettava per fare l’acquisto. 
  • Corteggiare chi è in dubbio. Un cliente visita il sito in rete dell’azienda. Se c’è un punto vendita in rete, il carrello potrebbe riempirsi di prodotti. Ma poi il cliente esce e continua a esplorare altro – senza chiudere la transazione. Bisogna sfruttare l’opportunità utilizzando servizi di marketing automatizzato per consolidare il sito in rete come canale di vendita. Per esempio, si possono coltivare i clienti che hanno abbandonato il carrello inviando loro un messaggio mail automatico. Si può anche continuare a corteggiare chiunque ha esplorato il sito mostrando il banner dell’azienda in altri siti visitati.
  • Correggere gli errori con qualche piccolo omaggio – un cliente insoddisfatto è un’opportunità! L’ufficio reclami può davvero consolidare la fedeltà di un cliente perché ha tutte le occasione per impressionarlo e per correggere l’errore. Ascoltare e risolvere rapidamente il problema è il minimo che si possa fare. Una volta risolto il reclamo, perché non inviare al cliente un piccolo dono per lenire il dolore? Potrebbe essere un omaggio, dei campioni di prodotto o un biglietto scritto a mano. Personale e inaspettato!
  • Ispirazione con Instagram. Il telefono cellulare, dove tutte le informazioni sono disponibili in modo pratico e rapido, è avviato a diventare lo schermo più usato al mondo. Questo fa di Instagram un perfetto canale di vendita attraverso cui offrire ispirazione e conoscenze. Perché non utilizzarlo come canale per esercitazioni guidate e video suggestivi? Se l’azienda vende prodotti di trucco si possono postare consigli per il trucco. Una panetteria potrebbe proporre suggerimenti con la migliore ricetta per Natale. E così via.
  • Ricompensare il cliente. La fedeltà dei clienti è tutto. Il rapporto con i clienti va visto come un matrimonio. Il fatto di avere un anello al dito non significa che il rapporto non vada curato. Quindi occorre continuare a corteggiare il cliente e farlo in modo inaspettato – preferibilmente non il giorno dopo la transazione. Proporre sconti fedeltà oppure organizzare un evento VIP. Nel caso di un punto vendita in rete, sorprendere il cliente passando dalla posta lumaca alla consegna espresso. Ci vuole molto meno per mantenere un cliente che per conquistarne uno nuovo.