Code of conduct

Suppliers

Il presente Codice di Condotta si applica a tutte le nostre relazioni d’affari

Il Codice di Condotta di Bisnode per i Fornitori comprende tutti i partner dell’azienda che forniscono merci e servizi a Bisnode, inclusi i loro terzisti, e fa parte di tutti gli accordi e di tutti i contratti. Per acquisizioni di lavori/approvvigionamenti o rinegoziazioni vale quanto segue:

  • Il presente Codice di Condotta deve essere sottoscritto per qualsiasi contratto di valore superiore a CHF 117 000. Va presentata anche la documentazione relativa a impatto ambientale e condizioni sociali, compresi piani di intervento e obiettivi di miglioramento.
  • Per contratti del valore di CHF 60 000 o di importo superiore, va mantenuto un dialogo con i partner riguardo al loro lavoro in tema di sostenibilità e alle modalità di rispetto dei requisiti del Codice di Condotta. Su richiesta va presentata la documentazione sull’impronta ambientale e sulle condizioni sociali, compresi piani di intervento e obiettivi di miglioramento.
  • Bisnode ha un incaricato responsabile delle questioni attinenti alla sostenibilità, al quale ci si può rivolgere se un dipendente, un partner, un fornitore o un terzista sospetta violazioni di leggi, di regolamenti o del presente Codice di Condotta. Questa comunicazione è tutelata dalle leggi che proteggono chi segnala una non conformità, il che significa che la persona che fornisce le informazioni è protetta da azioni negative ed è autorizzata all’anonimato.
  • Qualora Bisnode scopra non conformità ai termini del presente Codice di Condotta e in caso di non miglioramento entro i tempi concordati, Bisnode ha il diritto di porre fine al rapporto di collaborazione.

Leggi e regolamenti

Il nostro Codice di Condotta garantisce il rispetto delle leggi e dei regolamenti. I fornitori devono rispettare leggi e regolamenti, direttive e norme e ottenere tutti i necessari permessi, licenze e registrazioni per le loro attività.

Rispetto reciproco

Tutte le operazioni devono essere svolte nel rispetto della buona pratica commerciale, incoraggiando la libera concorrenza e mantenendo un alto livello etico. Non è consentita alcuna forma di corruzione, tangente, riciclaggio di denaro o limitazione della concorrenza. Le attività di rappresentanza e le donazioni saranno caratterizzate da apertura, moderazione e da un collegamento diretto con il rapporto d’affari.

Gestione delle informazioni

Le informazioni riservate riguardanti le nostre attività o l’attività dei nostri clienti possono essere usate solo per la loro specifica destinazione.

Ambiente

Bisnode opera attivamente per ridurre l’impronta ambientale diretta e indiretta dell’azienda e i fornitori devono adeguarsi completamente alla politica ambientale disponibile nel nostro sito Internet.

I fornitori devono avere una loro politica ambientale definita, la conoscenza e il controllo della loro impronta ambientale e un sistema di gestione documentato. Nella propria attività i fornitori devono attuare costantemente misure di migliorative sul piano ambientale allo scopo di ridurre le emissioni nell’atmosfera, nel suolo e nell’acqua e razionalizzare il loro utilizzo dell’energia e delle risorse.

Condizioni di lavoro e diritti umani

I fornitori devono sostenere e rispettare i diritti umani riconosciuti a livello internazionale e trattare i loro dipendenti e fornitori in modo corretto, equo e nel rispetto dell’uguaglianza tra gli esseri umani.

Anti-discriminazione e trattamento equo

La discriminazione, indipendentemente dal motivo, non è tollerata in relazione a reclutamento, definizione della retribuzione, promozione, formazione o dimissioni. Inoltre il fornitore deve garantire l’assenza di molestie, bullismo, minacce, oppressione o altre forme di vittimizzazione.

Libertà di associazione

Il fornitore deve rispettare il diritto dei dipendenti di iscriversi al sindacato e le occasioni di contrattazione collettiva, senza rischio di punizione, di minacce o di vittimizzazione.

Condizioni di assunzione

  • Ogni dipendente deve avere un contratto di lavoro tradotto in una lingua per lui/lei comprensibile.
  • L’orario di lavoro non deve superare il numero massimo di ore previste dalle leggi e dai regolamenti in vigore e tutti I dipendenti hanno diritto al riposo settimanale come previsto dalla legge.
  • Ogni dipendente avrà diritto alle ferie stabilite dalla legge compreso il congedo di malattia e il congedo parentale.
  • Non sono consentite riduzioni della retribuzione come provvedimento disciplinare.
  • La retribuzione sarà versata regolarmente, direttamente al dipendente, al momento giusto e per l’importo complessivo.
  • Non è consentita discriminazione retributiva di alcun tipo.
  • Chi lavora per il fornitore a condizioni analoghe a quelle del lavoratore dipendente deve anche essere trattato in base a questi principi.

Ambiente di lavoro e sicurezza

Il fornitore deve predisporre un ambiente di lavoro salubre e sicuro, sia dal punto di vista fisico che psicosociale. Il fornitore deve sistematicamente e in modo proattivo impegnarsi a migliorare l’ambiente di lavoro e le condizioni di salute sul lavoro. Chiunque lavori per il fornitore deve ricevere una regolare formazione su temi riguardanti l’ambiente di lavoro e le relative informazioni devono essere prontamente disponibili.  

Occorre prevenire infortuni e lesioni legate al lavoro. Il fornitore deve stabilire delle routine allo scopo di individuare, gestire e riferire lesioni e malattie legate al lavoro. Chiunque lavori nell’organizzazione, sia come dipendente sia come terzista, deve essere coperto da assicurazione per infortuni sul lavoro.  Il fornitore deve accertare che nell’orario di lavoro non si assumano alcool o droghe.

Il fornitore deve prevenire e identificare situazioni d’emergenza e ridurre al minimo l’impatto applicando procedure d’emergenza e di soccorso, incluse apparecchiature, allarme, evacuazione e formazione.

Lavoro coatto

Ogni lavoro deve essere svolto volontariamente. Non è consentita alcuna forma di lavoro coatto o di lavoro collegato a qualunque forma di minaccia o di punizione.

Lavoro minorile

Non è consentito lavoro minorile. In assenza di leggi nazionali che vietano il lavoro minorile nel paese in cui si svolge l’attività, non si deve impiegare alcun individuo di età inferiore a 15 anni.